Servizi

Servizi al pubblico

 

Sala di Studio

Nella Sala di Studio i documenti possono essere consultati liberamente per motivi di studio o per motivi giuridico-amministrativi da qualsiasi cittadino italiano o straniero.

I funzionari addetti assicurano assistenza tecno-scientifica indirizzando l’utente sulle ricerche e in caso di necessità, coadiuvandolo, nella lettura dei documenti dati in consultazione.

Non possono essere consultati o sono consultabili secondo determinate modalità tutti i documenti che rientrano nei casi previsti dagli artt. 122-127 del d.lgs 22 gennaio 2004, n. 42 e dal Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici del 2001, nonché quelli in corso di riordinamento, di restauro e in precario stato di conservazione.

Sono considerati riservati i documenti contenenti dati sensibili e sono consultabili 40 anni dopo la data di redazione, il carteggio attinente alla politica interna ed estera consultabile dopo 50 anni e infine i documenti riguardanti la salute, la vita sessuale, le situazioni particolarmente delicate concernenti la vita familiare che diventano consultabili dopo 70 anni.

 

Biblioteca

Il servizio di Biblioteca è sussidiario alla ricerca documentaria. Il materiale conservato (volumi, periodici e opuscoli), è legato all’attività istituzionale e soprattutto alla storia locale. Non si effettua il prestito esterno.

 

Ricerche per corrispondenza

 Possono essere richieste informazioni per motivi di studio e per esigenze di carattere amministrativo o legale sulla documentazione conservata.

 

Atti di Stato Civile

Per l’ottenimento della cittadinanza italiana ius sanguinis, si ricorda che le certificazioni anagrafiche competono esclusivamente agli Uffici di Stato Civile dei Comuni.

L’Archivio di Stato di Isernia, ai fini dell’iter amministrativo per l’ottenimento della Cittadinanza, può rilasciare gli atti in copia conforme esclusivamente ai soli Comuni che ne facciano richiesta (corredata da tutti i dati utili alla ricerca: nome e cognome, paternità, anno di nascita) e contestualmente dichiarino di non essere in possesso dei registri occorrenti. L’Archivio darà comunicazione alla Prefettura di Isernia dell’iter in corso.

Il Comune provvederà al ritiro della documentazione.

Per le ricerche genealogiche sul portale Antenati (http://www.antenati.san.beniculturali.it) è possibile consultare la copia digitale dei registri di Stato civile dal 1809 al 1899 relativa a tutti i comuni appartenenti alla provincia di Isernia.


Atti di Leva

L’Archivio di Stato di Isernia non conserva Fogli Matricolari e Ruoli ma solo Liste di leva dall’anno 1874 all’anno 1948. Per poter effettuare le ricerche è necessario che la richiesta sia corredata da tutte le informazioni necessarie a circoscrivere l'indagine (nome e cognome, paternità, comune di nascita, classe).

Le richieste di ricerca devono sempre essere corredate da una copia di un documento d'identità in corso di validità.

Le copie saranno ritirate, a cura dell’interessato o suo delegato, presso questo Istituto.

 

Ricerche per uso amministrativo

Viene fornita, in sede, consulenza ai fini della visura e/o al rilascio di copie autentiche dei documenti per uso amministrativo e legale (art. 18 del DPR 445/2000).

 

Didattica

E’ possibile effettuare, su prenotazione, visite e percorsi tematici con studenti, gruppi e associazioni per la conoscenza del patrimonio archivistico conservato.

L’Istituto collabora con le scuole e l’università in progetti di tirocinio, formazione e orientamento, al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro da parte degli studenti.

 

Servizio di fotoriproduzione

  • E’ possibile la fotoriproduzione di documenti e, previa autorizzazione, è consentito anche l’uso del mezzo proprio. Resta escluso dalla riproduzione fotostatica la seguente documentazione: materiale documentario di qualsiasi epoca in cattivo stato di conservazione, documenti restaurati, atti di Stato Civile, Catasto, mappe, pergamene, materiale fotografico e cartoline, spartiti musicali e manoscritti di opere.

  • Non è possibile riprodurre inventari e elenchi di consistenza;

  • Le copie fotostatiche del materiale documentario richieste per motivi di studio sono soggette solo al pagamento delle spese di riproduzione secondo le tariffe vigenti;

  • Per la riproduzione dei documenti per uso amministrativo o legale la richiesta deve essere presentata in bollo (salvo i casi previsti dall’art. 7, c. 5 L. 29.12.1990, n. 405). Le copie dei documenti che saranno rilasciate per lo stesso uso dovranno essere corredate di imposta di bollo;

  • In caso di pubblicazioni dei documenti la comunicazione dovrà essere presentata in bollo e sulla pubblicazione dovrà essere riportata la segnatura esatta del documento e la citazione “Su concessione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo - Archivio di Stato di Isernia”;

  • Gli studiosi sono tenuti a consegnare una copia della loro pubblicazione alla Biblioteca d’Istituto;

  • E’ vietata la riproduzione di interi fascicoli, registri, volumi.